i doveri

Stampa
PDF

Avendo la responsabilità e la sicurezza di una persona che gli ha concesso totalmente la sua fiducia, il bodyguard non potrà permettersi comportamenti da dilettante e dovrà necessariamente spesso fare i conti anche con la sua stessa libertà. La priorità principale ed unica sarà solo la completa disponibilità verso il suo cliente (questa cosa ricorda tanto il rappoto che intercorreva tra i Samurai ed il loro signore nel periodo Feudale nipponico oppure quello degli Warang do coreani). Non si potranno avere altri interessi; la priorità assoluta presuppone: disponibilità verso il cliente 24 ore su 24, sette giorni su sette, pasti interrotti come interrotte anche eventuali vacanze, il tutto a scapito di un regolare e normale rapporto famigliare laddove esistesse. Spesso sono questo tipo di problematiche a far sciamare l'eventuale entusiasmo con cui si inizia questa professione. Il lavoro e le sue missioni comportano spesso momenti stressanti, noiosi e scomodi che solo una buona abitudine a preservare il sonno, abbinata ad una corretta e scrupolosa igiene di vita controllata possono permettere di affrontare.

Come l'acqua traccia il suo corso secondo la natura del terreno dove scorre, così il generale pianifica la sua tattica vittoriosa in rapporto al nemico che ha di fronte.

Sun Tzu (L'Arte della Guerra)

 

Sun Tzu per guardie del corpo